CAVOLO

Stagionalità

Il cavolo è una pianta appartenente alla famiglia delle Brassicaceae, la stessa del broccolo e dei cavoli. È noto per la sua testa compatta formata da infiorescenze bianche e carnose, che sono circondate da foglie larghe e verdi. Questo ortaggio è molto apprezzato per il suo sapore delicato e leggermente dolce, nonché per il suo elevato contenuto di vitamine e fibre, rendendolo un ingrediente versatile in diverse ricette salutistiche.

Varietà botanica: Brassica oleracea var. botrytis

Zona d’origine: Italia, Puglia

Confezione: Plateau/Polymer

Lo sapevi?

Il cavolo può essere consumato crudo, tagliato in piccole cimette aggiunte a insalate per un tocco croccante e fresco, o cotto, dove il suo sapore si addolcisce ulteriormente, adattandosi bene a preparazioni come gratinati, zuppe e contorni. È anche popolare in versioni innovative come il ” riso di cavolfiore ” , una alternativa salutare al riso tradizionale.

Raccolta e lavorazione

La raccolta del cavolo avviene quando la testa è ben formata ma ancora compatta, solitamente 70 – 90 giorni dopo la se mina, a seconda della varietà e delle condizioni atmosferiche. La raccolta ideale avviene nelle prime ore del mattino per mantenere la freschezza dell’ ortaggio. Le teste vengono tagliate alla base del gambo, con cura per preservare le fogli e esterne che proteggono la testa durante il trasporto.

SCOPRI LE
ALTRE VERDURE

Contattaci